Il paesaggio, la maratona, l’amicizia. Correre tra i vigneti del Chianti, lungo un percorso che saliva e scendeva disegnando i profili delle colline, farlo nello spirito di un’amicizia in pieno vigore era un’esperienza e un’emozione di grande valore.  Negli anni ’70, con l’avvento del podismo e la graduale attenzione per attività e passioni che andassero oltre il calcio, a Mercatale nacque e crebbe un piccolo grande amore sportivo. La maratona del Chianti, venti edizioni dal ’73 di emozioni condivise, talenti scoperti, coppe innalzate orgogliosamente al cielo, fiumi di appassionati assiepati lungo i cigli delle strade, fu letteralmente inventata da quattro amici. Daniele e Roberto Vignoli, Romano Matteuzzi, Vincenzo Bartoli, coltivata e portata avanti dalla loro profonda amicizia. Dall’idea di sperimentarsi insieme in un’attività che facesse vivere all’aperto il piacere di ritrovarsi, stare insieme, alimentare una passione e contagiarla a tutti i livelli di età all’impegno di realizzare una manifestazione che anno dopo anno divenne uno degli appuntamenti più rilevanti del settore a livello regionale.

Le mille persone in gara, tanti gli iscritti alle edizioni più fortunate, dalla competizione chiedevano e ottenevano un percorso insolito che non si svolgeva, come di consueto in pianura, ma prevedeva altezze differenti e attraversava alcuni dei paesaggi più belli al mondo, caratterizzati da panorama mozzafiato, angoli e scorci che solo il Chianti, terra del buon vivere, poteva ostentare in modo così spontaneo e ammiccante allo stesso tempo.

I mercatalini erano l’anima e le braccia della kermesse. Punti di ristoro, premi, iscrizioni, forme e modalità di partecipazione. Tutto era realizzato e curato dal gruppo sportivo in collaborazione con i circoli ricreativi del territorio.

In ogni chilometro dei 42 complessivi che si inerpicavano lungo un percorso che da Mercatale faceva tappa a Chiesanuova, Galluzzo e Greve in Chianti, c’era la voglia di correre per il paese.

La corsa della vita, dell’amicizia, della rinascita turistica ed economica di uno dei borghi del Chianti che negli anni anni ’70-’80 visse una stagione d’oro senza eguali scoprendo il valore della passione per uno sport, ancora agli albori, che seppe attrarre migliaia di persone da tutto il mondo.

A Mercatale riuscirono a conservare questo tesoro per una ventina d’anni.

E ora, quella risorsa mai sopita, sta per essere riscoperta con una nuova edizione, in programma il 5 giugno 2016. La prima, figlia del ventunesimo secolo, che vuole prima di tutto generare incontri, produrre esperienze e opportunità, moltiplicare le sue specialità, far battere il cuore sportivo che c’è in ognuno di noi. Natura, semplicità, sport. La maratona del Chianti è pronta a tornare. E a unire sensi e sensazioni nel sogno, reale, della corsa.

I MANIFESTI DELLE EDIZIONI STORICHE

MAIN PARTNERS
MAIN SPONSORS
LOCAL SPONSORS
ISTITUTIONAL PARTNERS
MEDIA PARTNERS